25 anni di HIN: i momenti più importanti della nostra storia

Quando inviati regolarmente per e-mail, i dati sanitari sensibili non sono sufficientemente protetti, l’associazione FMH l’aveva capito già 25 anni fa. Così, per permette ai medici di usare quello che all’epoca era un mezzo di comunicazione innovativo, era necessario sviluppare una soluzione ad hoc. Nacque così l’idea di HIN. Ripercorriamo brevemente l’evoluzione della visione di HIN a partire dalla fondazione e le tappe fondamentali della sua storia che l’hanno resa l’azienda che è oggi.

Timeline

1996

Nasce HIN

Nel 1996 l’e-mail sta ancora muovendo i suoi primi passi in quanto mezzo di comunicazione, ma Hans-Heinrich Brunner, all’epoca presidente di FMH, riconosce già l’importanza che avrebbe rivestito in futuro lo scambio di dati in forma elettronica, e quindi anche il fatto che i dati sanitari inviati con una comune e-mail non sono sufficientemente protetti. Così nasce l’idea di HIN: i medici hanno bisogno di una soluzione per inviare dati sensibili via e-mail rispettando le norme sulla protezione dei dati. In collaborazione con la Cassa dei Medici, la FMH fonda la Health Info Net AG come organizzazione indipendente gestita completamente da medici, con prima sede a Steinhausen. In breve tempo anche Zur Rose, OFAC e BlueCare AG iniziano a collaborare con HIN. Per minimizzare i rischi, dopo i primi anni viene affidato alla BlueCare AG l’incarico di gestire HIN.

 

«In un’epoca in cui ancora pochissime persone avevano un indirizzo e-mail, la FMH riuscì a intravedere un futuro roseo per la posta elettronica e capì che i medici avrebbero avuto bisogno di una soluzione ad hoc che garantisse la sicurezza dei dati sanitari sensibili, dimostrando una grande lungimiranza.»
Peer Hostettler, Responsabile Vendite

 

«Ho avuto modo di conoscere HIN nel giugno del 1996, durante un congresso medico, poco dopo aver aperto il mio studio all’inizio dell’anno. All’epoca ero già entusiasta dei computer e avevo fiducia nel futuro delle e-mail. Ecco perché ho voluto collaborare con HIN fin dall’inizio.»
Urs Stoffel, Presidente del Consiglio di Amministrazione
2002

Trasferimento a Winterthur

HIN si sposta a Winterthur, negli uffici di BlueCare AG.

2003

La crescita e l’invio delle fatture tramite HIN

Fin dai primi anni la domanda di e-mail sicure è in continua crescita, ma HIN si afferma solo nel 2003 grazie alla creazione e alla fondazione di TrustX Management AG. I medici devono poter inviare le fatture in modo sicuro ai Trust center, e HIN è la soluzione pensata per venire incontro a questa necessità. In più, il portale per le fatture di TrustX è la prima applicazione protetta di HIN: i medici si iscrivono al client HIN e possono così accedere direttamente al portale per le fatture di TrustX. Poco più tardi possono anche ordinare medicamenti da Zur Rose in modo sicuro tramite il portale HIN.

 

«Per inviare le fatture a TrustX era necessario usare HIN sia per inviare le fatture in forma codificata, sia per identificare il mittente in modo univoco. Già all’epoca HIN forniva identità elettroniche, prima ancora che venisse coniato un nome per questo servizio.»
Christian Greuter, membro del Consiglio di amministrazione ed ex CEO
2005

Accesso sicuro con Single Sign-on

Consultare risultati di laboratorio, esaminare radiografie, accedere ai referti degli ospedali: Internet diventa sempre più importante nel settore sanitario. Nascono così moltissime piattaforme per permettere ai fornitori di rendere accessibili i propri servizi ai professionisti della salute e al personale ausiliario. Per fare in modo che solo le persone autorizzate possano accedere alle relative funzioni, gli utenti devono identificarsi. HIN trae così ispirazione per una nuova visione: per risparmiare ai medici la seccatura di dover fare diversi accessi con diverse password, si decide di permettere ai partecipanti HIN di utilizzare solo le credenziali di HIN per accedere a numerose applicazioni diverse. Così nasce e trova applicazione l’idea del Single Sign-on. Da questo momento iniziano ad aggiungersi sempre nuove funzioni, a disposizione dei membri HIN grazie alle loro credenziali HIN.

 

«HIN trovò ispirazione per una nuova visione: con il Single Sign-on i medici dovevano poter accedere con i più alti standard di sicurezza a diverse funzioni, senza dover inserire continuamente username e password. Il nostro obiettivo era semplificare il lavoro quotidiano dei professionisti della salute.»
Urs Stoffel, Presidente del Consiglio di Amministrazione
2009

Valore aggiunto – non solo per i medici

HIN lancia l’abbonamento HIN Spitex per le organizzazioni Spitex, ampliando il suo campo d’azione e rivolgendosi così non più ai soli medici ma anche ad altri professionisti della salute. Oggi HIN offre più di 30 abbonamenti per associazioni pensati per i più disparati operatori del settore sociosanitario.

 

«Ci eravamo resi conto che HIN poteva essere utile non soltanto per i medici, ma che era in grado di offrire valore aggiunto anche per altre categorie professionali. Il lancio degli abbonamenti HIN Spitex è stato il primo passo verso l’interprofessionalità.»
Peer Hostettler, Responsabile Vendite
2010

Anche gli ospedali si uniscono a HIN

Il collegamento HIN tramite client HIN è un’ottima soluzione per i medici che operano in studi privati, ma risulta meno adatta per le esigenze degli ospedali. Ecco perché HIN sviluppa HIN Gateway, che permette a intere organizzazioni di collegare il loro dominio di posta elettronica a HIN.

2011

Accesso sicuro con Access Gateway

L’Inselspital ha una richiesta per HIN: la possibilità per gli ospedali regionali di effettuare le prenotazioni per un appuntamento di radiologia. Nasce così l’idea del primo Access Gateway HIN, la base di partenza per tutti i collegamenti che HIN offre oggi agli ospedali. In un primo momento viene semplicemente identificato l’ospedale e viene fornito il dipendente come informazione, presto però la soluzione viene sviluppata in modo da permettere anche ai collaboratori dei vari ospedali di utilizzare le loro identità personali.

 

«Christian Greuter e io sviluppammo l’idea alla base dell’Access Gateway HIN durante il viaggio di ritorno in treno, dopo la riunione con l’Inselspital. Ci rendemmo conto che realizzare una soluzione di questo tipo era relativamente semplice dal punto di vista tecnico. Infatti, il livello di autenticazione necessario non era ancora così alto per i primi applicativi. Era sufficiente sapere che un professionista della salute lavorava in un determinato ospedale.»
Marco Zimmer, Responsabile IT
2012

Un Direttore Generale per HIN

Con Christian Greuter, HIN ha per la prima volta un direttore generale, fino a quel momento infatti era bastato nominare un responsabile.

2014

HIN diventa fornitore di identità elettroniche

Il Single Sign-on e l’accesso ad applicazioni online determinano l’identificazione univoca dell’utente, e quindi la sua identità elettronica. Questa svolta determina un cambiamento nell’immagine di HIN: l’azienda ora non è soltanto fornitore di e-mail sicure, ma anche fornitore di identità elettroniche.
2015

HIN diventa indipendente

HIN si separa da BlueCare e diventa un’azienda indipendente. Le azioni di entrambe le aziende vengono scorporate, HIN trasferisce gli uffici a Glattbrugg. Questa nuova indipendenza permette a HIN di posizionarsi autonomamente sul mercato e di concentrarsi sui suoi obiettivi e sulle sue visioni. Dopo la separazione la crescita è enorme: subito dopo essere diventata indipendente, l’azienda passa da due soli impiegati a oltre 12 persone in pochi mesi; nel 2021, l’anno dell’anniversario di HIN, dà lavoro a oltre 75 persone.

 

«Siamo ripartiti come una start-up, su una panchina a casa di Lucas, solo io e lui. L’indipendenza appena ottenuta e il fatto di poterci concentrare completamente su HIN ci hanno dato una grande energia e hanno permesso a HIN davvero di rinascere.»
Christian Greuter, membro del Consiglio di amministrazione ed ex CEO
2015

Meno soluzioni tecnologiche, più vicini alla Community

Negli uffici di HIN si parlava da molto della piattaforma HIN e l’azienda si definiva fornitore di soluzioni tecnologiche, ma solo ora l’identità dell’azienda cambia: con un’identità HIN i partecipanti HIN hanno accesso alla rete sicura della HIN Community. Da un lato l’adesione a questa community funziona un po’ come un’assicurazione: chi usa HIN si impegna per la tutela dei dati e la protezione dei dati sensibili dei pazienti. Dall’altro, l’adesione apre le porte a diverse applicazioni protette HIN – di cui le e-mail crittografate sono solo un esempio – e a numerose applicazioni di fornitori terzi.

 

«Nel periodo successivo alla separazione, HIN si costruì una nuova identità: HIN non significa solo sicurezza nelle e-mail, ma anche identità elettronica e accesso alla rete sicura della HIN Community. In più, HIN non è più solo per medici, ma anche per tutte le persone che operano nel settore sanitario.»
Christian Greuter, membro del Consiglio di amministrazione ed ex CEO

 

«HIN si impegna per rendere sicura e confortevole la collaborazione digitale nel settore sanitario. HIN è rimasta sempre fedele a questa visione, fin da quando sono arrivato in azienda nel 2011.»
Marco Zimmer, Responsabile IT
2015

HIN ottiene la certificazione

Per il suo sistema di gestione per la sicurezza delle informazioni (SGSI) HIN ottiene la certificazione ISO/IEC 27001.
«Per HIN la certificazione ISO è un impegno quotidiano, così riusciamo a fronteggiare la richiesta di sicurezza in costante crescita.»
Lucas Schult, CEO ed ex Responsabile IT
2016

HIN diventa lo standard per la sicurezza delle informazioni

La visione di HIN continua il suo sviluppo: l’obiettivo di HIN è diventare lo standard per la sicurezza delle informazioni nel settore sanitario. Per questo motivo nel 2019 l’azienda lancia il label HIN, che garantisce la protezione dei dati sanitari sensibili nel mondo digitale. Grazie al label HIN, i membri HIN possono informare i loro pazienti e partner di essere consapevoli della responsabilità che hanno nella tutela dei loro dati.

 

«Probabilmente un giorno le e-mail saranno tutte inviate cifrate e tutti avranno un’identità elettronica. Per questo motivo HIN non punta più sull’aspetto tecnologico: ci consideriamo già lo standard per la sicurezza nel settore sanitario.»
Christian Greuter, membro del Consiglio di amministrazione ed ex CEO
2018

Nuovi uffici a Wallisellen

Dato che l’ufficio di Glattbrugg è diventato troppo piccolo per via della rapida crescita di HIN, l’azienda si trasferisce a Wallisellen.

2019

HIN primo fornitore certificato di eID per la CIP

HIN ottiene la certificazione come fornitore di identità elettroniche (eID) per la cartella informatizzata del paziente (CIP) in Svizzera, diventando così il primo fornitore certificato in tutta la Svizzera.

2020

Filiale a Yverdon-les-Bains

HIN fonda una filiale a Yverdon-les-Bains per rispondere con maggior efficacia alle necessità della Svizzera francofona.

 

«La visione di HIN per il futuro: diventare il punto di riferimento per la gestione semplice e sicura dei dati nel settore sociosanitario.»
Lucas Schult, CEO ed ex Responsabile IT

Ultima modifica 16. Novembre 2021