La COVID-ID HIN per il sistema di dichiarazione dell’UFSP

La Svizzera sta aumentando la capacità di effettuare test per il coronavirus tramite i test rapidi. Da poco i test vengono offerti in farmacie selezionate. Ciò fornisce un contributo importante alla lotta contro la diffusione del virus. Sono sempre di più le farmacie che scelgono di fare questo passo; per poter trasmettere i risultati dei test in modo sicuro e semplice al sistema di dichiarazione dell’UFSP, l’identità HIN (eID) offre un’autenticazione sicura. Per tutti coloro che non dispongono ancora di un vero e proprio collegamento HIN, l’UFSP offre una soluzione transitoria gratuita in collaborazione con HIN. Ai fornitori di prestazioni ambulatoriali viene messa a disposizione gratuitamente, per tutta la durata della pandemia di Covid-19, la COVID-ID HIN. Qui di seguito spiegherò i vantaggi che offre e le differenze tra la COVID-ID e l’eID HIN sulla base delle domande più frequenti degli utenti attuali.Con il collegamento HIN i professionisti della salute hanno accesso ai servizi di HIN, che consentono una comunicazione sicura e conforme alle norme sulla protezione dei dati. Come membri della cosiddetta HIN Community possono ad esempio utilizzare una soluzione di videotelefonia sicura e una soluzione cloud conforme alle norme sulla protezione dei dati, o inviare e-mail crittografate a professionisti e pazienti. Da quest’anno, anche il collegamento al sistema di dichiarazione dell’UFSP rientra nell’ampia gamma di applicazioni. Perché, se un paziente viene testato per il coronavirus, il risultato deve essere segnalato immediatamente. Le persone autorizzate accedono con un’identità HIN (eID HIN) – che consente un’autenticazione sicura – al sistema di dichiarazione dell’UFSP. È possibile anche accedere al sistema di gestione dei codici per generare codici Covid per i pazienti per l’app «SwissCovid». I test antigenici rapidi sono stati approvati in Svizzera già all’inizio di novembre e vengono offerti sempre più frequentemente. Tutti i fornitori di prestazioni segnalano i risultati tramite il sistema di dichiarazione dell’UFSP. Tra essi rientrano anche farmacie, laboratori e centri di test rapidi che ancora non possiedono un collegamento HIN. Affinché ciò non costituisca un ostacolo per l’esecuzione dei test rapidi, l’UFSP in collaborazione con HIN ha sviluppato la COVID-ID. La COVID-ID sarà messa a loro disposizione gratuitamente per tutta la durata della pandemia di Covid-19. Abbiamo già alcuni clienti che utilizzano questa opzione, qui di seguito ho riassunto brevemente per voi le domande più frequenti.

Cosa può fare la COVID-ID HIN?

Dal punto di vista tecnico si basa sull’eID HIN e consente così un’autenticazione sicura. È paragonabile a un documento d’identità elettronico, con il quale potete anche identificarvi digitalmente in modo univoco. A differenza dell’eID HIN, la COVID-ID è limitata all’utilizzo del sistema di dichiarazione dell’UFSP e alla comunicazione con l’Assistenza HIN. Pertanto, non offre la larghezza di banda (www.hin.ch/services) che consente un collegamento HIN. Tuttavia, garantisce in modo altrettanto sicuro e conforme alle norme sulla protezione dei dati la comunicazione e-mail con l’UFSP (@ hin.infreport.ch) e l’accesso alle sue applicazioni web per poter trasmettere i risultati dei test.

Che cosa succederà alla mia COVID-ID dopo la pandemia?

Le COVID-ID vengono messe a disposizione per la durata della pandemia e sono attualmente valide fino alla fine del 2021. Successivamente – e volendo anche durante questo periodo – HIN offre la conversione semplificata in un collegamento HIN regolare a pagamento.

Perché è necessaria un’eID HIN/una COVID-ID per accedere alle applicazioni dell’UFSP?

L’eID HIN si è già consolidata nel settore sanitario – chi è già membro HIN quindi non ha bisogno di nuovi dati di accesso. Ma soprattutto offre il vantaggio di un’autenticazione sicura basata su diversi attributi. Ciò include anche la professione (medico, farmacista) e l’istituzione (ospedale, studio medico, farmacia). Si tratta di un aspetto essenziale per motivi di sicurezza e conformità. Infatti, i risultati dei test sono dati sensibili dei pazienti e quindi richiedono una particolare protezione.

Perché oltre all’eID HIN è stata lanciata anche una COVID-ID?

Le farmacie che decidono di offrire i test favoriscono il tracciamento dei contatti della Confederazione, e noi a nostra volta vogliamo supportarle in questo. Affinché non debbano scegliere direttamente un collegamento, l’UFSP ha creato insieme a noi la COVID-ID come opzione gratuita per utilizzare la vantaggiosa notifica elettronica dei risultati senza obbligo d’acquisto. Con piacere continuerò a tenervi aggiornati sul tema Covid e sulle informazioni relative alla sicurezza.
Ulteriori informazioni Maggiori informazioni sul tema delle identità elettroniche nel mondo HIN*La COVID-ID HIN è a disposizione esclusivamente dei fornitori di prestazioni ambulatoriali, quali farmacie, laboratori e centri di test rapidi. I fornitori di prestazioni stazionari, come ospedali e case di cura, selezionano il prodotto per il collegamento adatto a loro tramite il nostro Trova il prodotto oppure rivolgendosi al consulente responsabile della loro regione.
Autor: Oussama Zgheb Leiter Engineering & Security
Autoren: Oussama Zgheb – Responsabile Engineering e Security & Alessandro Vitale – Responsabile assistenza di primo livello

Oussama: In qualità di esperto in sicurezza informatica, vi informo tempestivamente sulle attuali criticità nella rete.
Alessandro: In qualità di esperto nel campo della tecnologia e dell’assistenza, condivido con voi suggerimenti e consigli relativi all’utilizzo dei nostri servizi, dei nostri prodotti e della rete in generale. Per saperne di più su Oussama e Alessandro

Autor: Oussama Zgheb Leiter Engineering & Security